LA SCOLIOSI & POSTURA

27 Gen 2020 | Adulti, Bambini, Blog | 0 commenti

LA POSTUROLOGIA COS’È?

La posturologia è quella branca della medicina alternativa che studia i rapporti tra la postura del corpo e determinate patologie algiche che risultano derivare da un mal assetto posturale. Secondo i posturologi vari recettori del corpo se squilibrati possono alterare la postura dell’individuo causando posizioni corporee scorrette nei tre assi dello spazio che, se in un primo tempo risultano anche asintomatiche, nel tempo possono causare patologie algiche riferibili anche e/o solamente in altri apparati corporei lontani dal distretto in disfunzione. La posturologia viene definita come attività cognitiva (logos = logica) per cui la posturologia non è attività curativa e neppure diagnostica. Ne consegue che il posturologo, a prescindere dalla sua qualifica professionale, può eseguire nell’ambito della posturologia la raccolta dei parametri clinici e soprattutto strumentali che consentono di monitorare gli effetti posturali di ogni input e di ogni terapia in qualunque branca specialistica della medicina e solo in tal senso collabora con ogni medico ed ogni specialista. I recettori più importanti sono: la pelle, l’occhio, l’orecchio ed il vestibolo, il piede, le cicatrici, la mandibola ed anche vari fattori emotivi e psicologici. Da questo si evince come lo squilibrio posturale, fonte di sintomatologia spesso non altrimenti spiegabile, è visto secondo questa ottica come frutto di una “dispropriocezione” ovvero di una disfunzione del Sistema Propriocettivo.

L’OCCHIO E LE SUE RELAZIONI!

Quando parliamo di occhio non parliamo soltanto se l’occhio vede bene oppure no legato alla salute o alla patologia interna dell’occhio, ma anche a come l’occhio si muove, sì perché l’occhio è in grado di vedere bene da vicino, da lontano e di mettere a fuoco anche grazie ai muscoli dell’occhio: OCULOMOTRICITÀ. Ogni occhio a sei muscoli che lavorano in sinergia con altri sei muscoli tra base della testa e prime vertebre cervicali, questo sistema si chiama: SISTEMA OCULOCEFALOGIRO. Dunque questo sistema ci fa capire in maniera molto chiara come l’occhio possa governare l’assetto posturale della colonna vertebrale e viceversa. Quindi avere un disturbo agli occhi può comportare un atteggiamento posturale scorretto, mal di testa, disturbi dell’orecchio e non poco frequente nei bambini disturbi comportamentali: come la scarsa attenzione a scuola, l’irritabilità, difficoltà a fare i compiti, resa scolastica scarsa e difficoltà nella relazione sociale. Quindi poter indagare in maniera specifica la funzione oculomotoria può essere determinante per aiutare i bambini e gli adulti che presentano questi sintomi, l’osteopatia e la posturologia grazie ai suoi test e alle tecniche correttive è in grado perfettamente di discriminare queste cause ed agire di conseguenza per risolverle.

LA PROPRIOCEZIONE – BUSTO\ARTI INFERIORI!

Qualsiasi tipo di attività fisica che sia altamente tecnica e performante o semplice e leggera, deve essere gestita dal sistema propriocettivo, ovvero la capacità dell’organismo di tenere l’equilibrio ed essere efficace nel modo più economico possibile, ed è ottenuto per mezzo dell’integrazione di vista, udito, vestibolo e recettori del movimento. E fino a 20 anni fa il sistema propriocettivo non era misurato in maniera precisa, ne ben allenato. Il sistema #Prokin, creato dalla TecnoBody nel 1994 è divenuto uno dei capisaldi nel settore riabilitazione. Oggi più di 3000 ospedali annoverano nella clinica questa apparecchiatura e noi la utilizziamo nel nostro studio!!!
Fino a 20 anni fa la sensibilità propriocettiva non era oggettivabile in modo preciso.

POSTURA… TI SEI MAI POSTO LA DOMANDA:”Qual’è la mia postura? E soprattutto : “Funziona bene la mia postura?

Ecco uno strumento per avere la risposta: STABILITY – LA STATICA

Si tratta di un test stabilometrico che misura la tua postura statica. Nella figura vedi un gomitolo colorato che rappresenta le oscillazioni del tuo corpo e come distribuisci il peso a terra dai piedi, si perché anche quando sei fermo in realtà ti muovi con piccolissime oscillazioni. Più questo gomitolo è grande meno bene funziona la postura e in alcuni casi è indice di rischio di cadute soprattutto nell’anziano e chi ha problemi neurologici. Se invece il gomitolo non è al centro della croce e possibile che il peso corporeo sia distribuito male e causare dolori muscolo-scheletrici.
Quindi non cercare la perfezione! Cerca la funzione!!! L’osteopatia e nel centro Commp Clinic trovi questo strumento e la possibilità di correggere e prevenire eventuali disturbi.

POSTUROLOGIA INTEGRATA:

La posturologia integrata è una produzione posturale avanzata che secondo le ultime ricerche scientifiche e di universitarie osservo un metodo trans disciplinare: la posturologia integrata permette a diverse figure professionali di poter efficacemente svolgere specifiche attività nella prevenzione, nella valutazione, nella diagnosi e nella rieducazione/terapia dei disturbi posturali, grazie all’uso e l’interpretazione di dati strumentali e determinati protocolli di testi clinici obiettivi. La posturologia clinica integrata studia le variazioni della postura umana, con questo termine si intende la strategia impiegata dal sistema neuro-muscolare e scheletrico per rimanere in equilibrio, reagendo alla forza di gravità nella maniera più economica possibile. Pertanto la posturologia clinica integrata non si interessa direttamente dei disturbi dell’equilibrio, poiché si può restare in perfetto equilibrio, senza per questo assumere una postura adeguata, ergonomica, libera da tensioni, parametri necessari per rimanere in salute senza dolore. La spirometria formetric e la valutazione posturale funzionale assieme alle valutazioni osteopatiche ci permette di avere tutte queste informazioni!

PIEDE CAVO:

Nel post di ieri abbiamo accennato alle strategie posturali del piede piatto oggi parliamo della strategia opposta, quella del piede cavo. Ovviamente avremo una modificazione del l’arco plantare interno che diventa molto alto il tallone he si proietta verso l’interno e la ginocchia che invece vanno verso l’esterno (forma a O, mente per il valgismo si dice in gergo ginocchia a X), anche ruotate all’esterno, bacino retroverso, appiattimento delle curve vertebrali, testa in avanti e 3°classe mandibolare.
La spinometria, la posturologia integrata e l’osteopatia sono i mezzi utilissimo per studiare questa strategia e valutare se è funzionale oppure no, scoprendo eventuali intoppi strategici e programmando così un lavoro mirato per la correzione.

PIEDE PIATTO:

Il piede piatto può essere un problema oppure essere perfettamente in linea con le strategie posturali della persona. Questo dipende non solo dalla nazionalità (ci sono moltissimi campioni di fondo di nazionalità africana con i piedi piatti), ma anche e soprattutto dalla costituzione globale della postura e dal grado di piede piatto. Per capire bene l’essere umano ha una meravigliosa intelligenza per cui trova spesso le giuste strategie che nel caso specifico piede piatto, tallone valgo, ginocchia ruotate verso l’interno e valghe, bacino antiverso, iperlordosi, dorso piatto e cranio anteposto con 2° classe mandibolare. Questa è una delle tante strategie corrette che il corpo assume. Quindi in definitiva è utilissimo fare una valutazione posturale profonda per capire quale tipologia posturale abbiamo e come trattarla se necessario, per questo la spinometria è una fantastica ed efficacissima strumentazione computerizzata in grado di aiutarci per capire e studiare la postura e le soluzioni da adottare!!!

SCOLIOSI MOBILE COMPENSATORIA:

Esistono diversi tipi di scoliosi alcune più severe alcune meno. La scoliosi mobile (non rigida) sul piano frontale non esistono problematiche strutturali (deformità vertebrali), soprattutto quando sotto carico è mobile e reversibile. Per questo fare una valutazione della scoliosi è fondamentale! Le cause più comuni di questo tipo di scoliosi sono COMPENSATORIE: gamba corta, squilibrio pelvico, traumatismi, problemi ortodontici ed altro. Tuttavia sono scoliosi che da seduto scompaiono. L’osteopatia per questo tipo di scoliosi è efficacissima ed è utilissimo fare valutazioni i posturali computerizzate con SPINOMETRIA FORMETIC

SCOLIOSI MOBILE POSTURALE(atteggiamento scoliotico):

Continuiamo la carrellata sulle scoliosi, questo tipo di scoliosi è molto comune negli adolescenti, è una curva leggera facile da vedere con il test di Adams (quindi si può valutare in un attimo e senza lastre ecc…) poiché in questo test la scoliosi scompare (come mostrato nella figura sotto: atteggiamento scoliotico). Queste scoliosi secondo alcune teorie ortopediche non hanno nemmeno bisogno di esercizio fisico poiché scompaiono da sole, tuttavia il monitoraggio e il trattamento anche solo con l’osteopatia sono davvero indicate. In queste scoliosi le cause sono spesso un immaturità del sistema tonico posturale che con la crescita svilupperà meglio correggendo la deviazione.

SCOLIOSI ANTALGICA (per evitare il dolore):

Spesso infiammazioni del disco vertebrale, della radice del nervo o dei legamenti vertebrali può creare delle scoliosi antalgiche, ovvero rotazioni e deviazioni dell’assetto vertebrale per svincolare l’organismo dal dolore nel tentativo spontaneo di ridurre il dolore. Questo e un processo automatico che non può essere controllato volontariamente. Queste scoliosi o per meglio dire posture viziate antalgiche sono facilmente risolvibili nella stragrande maggioranza dei casi dal trattamento osteopatico!

SCOLIOSI IDIOPATICA RIGIDA:

Questa è la scoliosi peggiore quella che generalmente non ha una causa nota e che non si riesce a ridurre in maniera significativa, ma che con un trattamento precoce ed efficace può essere limitata enormemente. Questo tipo di scoliosi può essere anche molto grave con conseguenti problematiche cardio vascolari e respiratore tanto che questi casi finiscono alla chirurgia che aiuta moltissimo la risoluzione delle complicanze più severe. Quindi una diagnosi precoce è di fondamentale importanza per la salute e l’estetica futura del bambino/a che ne è colpito/o. Test di Adams, scoliometro di Bunnell, spinometria, ed altri test sono mezzi efficacissimi nell’intercettare queste problematiche oltre che ai raggi che rimangono il gold standard. Quindi l’osteopatia e la valutazione posturale (SPINOMETRICA) sono consigliate vivacemente!!!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi

Condividi questo post!